Toni&Guy

 

Quando fui invitato per la prima volta a verificare lo spazio, ex studio di medicina estetica, ubicato in una prestigiosa via del centro cittadino, al primo piano di un edificio anni ’60 di via Turati 7 in Milano, e che avrebbe dovuto ospitare la nuova location di Toni & Guy, fui colpito da due impressioni tra loro contrastanti: una, inizialmente negativa dal lato progettuale, mi delineava un immobile diviso da numerose pareti che impedivano di percepirne la dimensione, l’altra invece mi affascinava per le ampie finestre che aprivano il loro scenario su un bellissimo giardino alberato. Mentre poi mi accingevo ad aprire le varie porte dei locali scoprivo che le grandi finestre a bilico continuavano come filo conduttore dominante, facendomi scoprire, su due lati dell’unità immobiliare, il prezioso valore di uno spazio tranquillo e con tanto verde, quasi da farti dimenticare di essere in città.

 

 

Ecco l’idea della Naos Design Srl di valorizzare il più possibile l’ambiente e farne un open-space, progettando così quello che ho definito “salone con vista”, richiamandomi e parafrasando il titolo del famoso film di James Ivory “Camera con vista”.

 

 

Il progetto del negozio, che si estende così su un’unica superficie di poco superiore ai 100 mq. è stato poi realizzato nel rispetto delle esigenze di lavoro del franchising italiano di Tony & Guy avvalendosi degli accorgimenti funzionali del noto acconciatore e socio Sergio Carlucci, ma anche improntandone l’estetica sobria, essenziale ma anche calda, attingendo dagli spunti degli altri due dinamici giovani soci e titolari Cristian Salvador e Marco Marchesi. Ne è scaturito un negozio dove è piacevole rimanere e dove si assapora lo stile di aver cura della propria immagine.

 

 

Così, entrando e varcando la porta sia dal vano ascensore interno che quella in cristallo fumè del vano scala, dopo una trasparente quinta espositiva a tutta altezza realizzata completamente in cristallo extrachiaro, si domina tutta la zona di lavoro del negozio con il rilassante sfondo del verde delle piante del giardino interno dell’edificio e che spicca dalle generose vetrate del negozio.

 

La pavimentazione, costituita da listoni di varie larghezze e posati sfalsati, fa percepire l’essenza del legno rovere ma, per motivi funzionali, è una realistica imitazione del parquet e precisamente la “Treverk home mix rovere”, della Ditta Marazzi. Questo elegante gres porcellanato contribuisce a definire l’immagine unitaria dell’intero spazio e si armonizza con gli orginali posti lavoro realizzati a forma di tavolo, in legno rovere tinto, con gambe a “sciabola”, mobiletti portaphon sottostanti con frontalini sagomati curvi e specchi superiori bifrontali opportunamente dimensionati onde poter permettere l’osservazione di tutto il lavoro interno.

 

 

Di fronte all’ingresso e dopo le zone spogliatoio e guardaroba, quest’ultima delimitata da unaparete con nicchie espositive in cartongesso illuminate da strisce Led, si viene attirati da una singolare reception costituita da un banco di forma cilindrica, con piano sempre in legno rovere tinto ed il fronte verticale curvo impreziosito da una decorazione a foglia d’oro. La soluzione adottata rende interessante e meno formale l’approccio con il cliente, dando un buon significato all’accoglienza.

 

Non potevano mancare quindi una piccola “Area Bar” per gustare una bibita o una bevanda calda e neppure un piccolo spazio adibito ad ufficio e ad un ordinato spogliatoio per dipendenti, locali, quest’ultimi, ricavati in un’area completamente riservata accanto alla zona reception.

 

 

Il materiale dominante legno rovere si sposa pienamente con il rivestimento lucido, color tortora, degli altri mobili di servizio e tecnici e costituito da un laminato decorativo ad alta pressione, moto resistente, l”HR-LAQ” della Ditta Abet Laminati.

 

I piani lavoro dei mobili tecnici sono protetti da una sovrapiano in cristallo extrachiaro verniciato nella superficie inferiore. Il mobile preparazione tinte “Color bar” è dotato invece di un piano con lavello in acciaio satinato, con un mobile sottostante con cassettoni, su guide, per prodotti e per raccolta rifiuti differenziata; la parte superiore è dedicata ad uno speciale e capiente contenitore porta tinture, a casellario con divisori in plexiglas opal 040. I quattro lavatesta, con una predisposizione aggiuntiva per un quinto, sono i “Tao” della ditta Welonda Italia, fornitrice anche dell’arredo su misura, e così anche tutte le quattordici comode poltrone lavoro, nuovo modello, con base tonda in acciaio e pompa con alzo oleodinamico bloccante, rivestimento in sky nero.

 

L’acqua calda è assicurata da un potente bollitore elettrico, posto all’esterno, completato da un idoneo addolcitore d’acqua a Sali che, oltre a neutralizzare il calcare, assicurano capelli ancora più morbidi durante il trattamento. Un pensile adibito a porta asciugamani e prodotti, serve la zona sopralavaggio e la illumina con discrezione tramite un’apposita illuminazione Led.

 

Una particolare attenzione è stata dedicata ai corpi illuminanti in modo tale da evitare consumi sostenuti di energia, ma nel contempo garantire una corretta tonalità di luce uniforme e diffusa. A tale proposito sono stati utilizzati apparecchi illuminotecnici ad incasso della Ditta Orion, a ioduri metallici, con speciali lampadine a tonalità calda, le “Master Color” della Ditta Philips.

 

Anche la controsoffittatura generale del negozio, oltre a mascherare i canali dell’impianto di climatizzazione ed areazione, con una silenziosissima macchina super inverter a pompa di calore della Ditta Daikin, serve pure da supporto per un’ulteriore illuminazione di accento perimetrale creata sulle velette in corrispondenza delle finestrature e costituita da strisce Led di adeguata potenza. Queste ultime accentuano la visibilità serale delle insegne costituite dal logo “Toni&Guy” con lettere sagomate a sorgente laser a filo lucido su Perspex verniciato bianco e fissate con biadesivo speciale sulla superficie superiore esterna dei vetri delle finestrature (produzione Ditta Salvatori Srl).

La cura del particolare continua anche nella zona servizi con un bagno dedicato anche a disabili ed uno per i dipendenti: pavimentazione in gres porcellanato a scacchi colore bianco e nero e rivestimento diamantato in ceramica nera lucida, stile “vecchia Milano”.

 

Team

Naòs Design Srl

Per maggiori info e prenotazioni: toniandguy.it/salon/milano-turati/

|

Naòs Design Srl

Viale Umbria, 45 – 20135 Milano

Tel. 02 55191010 – ref. Alessi Dario +39 3496356916 (dario.alessi@naosdesign.it)

www. naosdesign.it   – www.naosdesignstudio.itinfo@naosdesign.it

|

DATASHEETS SUPPLIES:
DESIGN STUDIO: NAOS DESIGN SRL
FURNITURE & DECORATION: design by Naòs Design srl – Production by System Srl
SEATING FURNITURE: Welonda – Naos Production
COATING: Treverk home mix rovere by Marazzi